venerdì 27 febbraio 2015

4 MODI PER VINCERE LA FAME NERVOSA

Non hai fame,ma qualcosa ti attira irresistibilmente in cucina.Verso il frigorifero o il barattolo dei biscotti o la scatola dei cioccolatini.Mangi,e intanto pensi alla collega che ti ha irritato,al litigio con tuo marito,alla discussione con tuo figlio.In momenti come questi,ciò che spinge a mangiare tanto (e capita a tutti,qualche volta)non è appetito,ma fame nervosa.Succede quando,invece di dare ascolto alle emozioni,cerchiamo di soffocarle.Così,però,restiamo in loro balia e ci abbuffiamo per non sentirle.Rabbia,tensione,noia,frustrazione:mangiando,tutto questo svanisce,diventa meno importante.La fame nervosa non è difficile da riconoscere,e probabilmente sai già che questo è il tuo problema.Ma non è facile vincerlo:ecco quattro strategie.

  • Scopri il tuo punto debole:Quando hai avuto il tuo ultimo attacco di fame nervosa?Ti ricordi che cosa ti era successo e chi avevi vicino?Forse provavi ansia o disagio.Oppure,eri molto arrabbiata o preoccupata.Capire qual'è il tuo punto debole,quale emozione si trasforma in fame nervosa è il primo passo per farcela.
  • Scegli la tua coccola golosa:Se gli attacchi di fame nervosa sono frequenti,inevitabilmente dopo ci si sente in colpa.E ci si ripropone,la prossima volta,di resistere alla tentazione.Però,lottare contro questo "appetito emotivo"ha l'effetto contrario:più cerchi di resistere,più il tuo pensiero torna al frigorifero.E allora'?La soluzione c'è:scegli un cibo che ti piace,qualcosa di leggero,ma gustoso.E decidi che questo spuntino lo puoi mangiare sempre,tutte le sere,nei momenti in cui più facilmente cedi alla fame nervosa,anche se non ne hai voglia.Vedrai che,dandoti il permesso di mangiarlo,non ne sentirai più il bisogno.
  • Prendi nota:E' sera,arriva l'attacco di fame?Non preoccuparti,mangia tutto quello che vuoi.Procurati però carta e penna e tienile in cucina in modo da annotare ogni alimento,proprio mentre lo stai consumando.Così,sarai costretta a fare i conti con la realtà.Spesso infatti basta rileggere l'elenco di biscotti-patatine-stuzzichini ingurgitati perchè la fame scompaia.
  • Punta su un'alternativa:Davvero il cibo è la tua sola valvola di sfogo?Fai mente locale:forse un altro modo di placare l'ira è correre.O prendere a calci una vecchia poltrona.La prossima volta,invece di aprire la dispensa,trova un modo diverso per esprimere le tue emozioni:urla,canta,balla,esci a passeggiare.Spesso,spezzare le abitudini e affrontare le situazioni con un ottica diversa è sufficiente per scoprire che ci sono soluzioni impreviste.
Rosanna Bellanich counselor e autrice del libro:"Dire addio alla fame nervosa" (Edizioni Psiconline)

2 commenti:

  1. ottimi consigli.. anche se essere così razionali a volte è difficile!
    io mi concedo qualche fuori pasto, che recupero poi durante il giorno....
    http://biologicamentebio.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione....ma tentar non nuoce! :-)

      Elimina